Piero Calamandrei (1889-1956) è stato un eminente giurista italiano, professore universitario e politico. Notoriamente noto per le sue argomentazioni eloquenti e il suo impegno per la democrazia e lo stato di diritto durante un periodo tumultuoso della storia italiana.

Per approfondimenti: https://it.wikipedia.org/wiki/Piero_Calamandrei

Calamandrei ha lasciato un'impronta indelebile nel panorama giuridico italiano con opere seminali come "La crisi del diritto" e "Storia costituzionale d'Italia". Attraverso il suo lavoro, ha sostenuto la necessità di una giustizia indipendente e ha difeso i principi fondamentali della democrazia.

Fu anche un protagonista nel dibattito sull'adozione della Costituzione italiana del 1948, contribuendo con la sua visione illuminata alla creazione di un documento che garantisse i diritti e le libertà fondamentali dei cittadini italiani.

Oltre alla sua opera accademica, Calamandrei è stato un attivista politico impegnato, combattendo per la giustizia sociale e l'uguaglianza. Il suo legato continua a ispirare giuristi, politici e cittadini impegnati nella costruzione di una società basata sui principi di equità e legalità.

Calamandrei tra diritto e Politica, Evento organizzato dal Vicesindaco della città metropolitana di Roma, Pierluigi Sanna.
Con la partecipazione del sindaco di Firenze Dario Nardella, dalla presidente di Anci Giovani Lazio Federica Battafarano, dal vicepresidente della Corte Costituzionale Giulio Prosperetti e dal magistrato Stefano Amore

Context Menu is disabled by theme settings.